Olbia – Acqua&Sapone

Geopalace

Hermaea Olbia

1
sconfitta
3
vittoria
Palafonte

Acqua&Sapone

Serie A2 Gennaio 13, 2021 - 6:00 pm
Geopalace

Risultati

Team1234T
Olbia112815141
Acqua&Sapone252625253

Riepilogo

Roma va a segno nella prima trasferta dell’anno (3-1).

Vittoria numero 12 per l’Acqua & Sapone Roma Volley Club che, sul campo della Geovillage Hermaea Olbia, firma un’altra prestazione delle sue, conquistando altri tre punti importantissimi (3-1 11-25; 28-26; 15-25; 14-25) in questa sua scalata verso la pool promozione. Ecco la cronaca.
1° SET L’avvio è subito in equilibrio. Un’azione lunghissima piena di difese d’alto livello consegnano un punto impotante a Roma (4-7). Gli scambi si diluiscono e la tensione cresce portando Olbia a commettere tre errori consecutivi in attacco: e Roma va a +5 (5-10). Che scelga il pallonetto o la bordata, Adelusi da seconda linea si conferma una sentenza: la difesa sarda non arriva e le giallo-rosse continuano a correre (6-11). Subito dopo, sempre l’opposto romano, sceglie la potenza aggiungendo un punto prezioso allo score, quello del raddoppio (6-12). Coach Giandomenico si vede costretto a chiamare il time-out, ma al rientro in campo il capitano Papa sottolinea la volontà della squadra ospite di voler portarsi a casa il set (6-13). Tutta la formazione sarda tenta di compiere l’impresa, ma la disfatta è evidente in difesa con il libero Caforio che non risce a contrastare l’offensiva giallo-rossa: 6-15. Roma picchia in battuta, attacco e, come ci ha fatto vedere in più occasioni, a muro con Rebora che segna così il +10 (6-16). La partita è a senso unico. Ancora Adelusi sfodera tutta la sua fisicità: prima la sbracciata e poi la stampata a muro su Minarelli ed è +12 (8-20). Le fa eco Diop che col mancino firma l’allungo (10-22), mentre dall’altra parte si cambia la diagonale principale con Nenni e Zonta. Arciprete esegue un pallonetto da manuale avvolgendo la palla con tutto il palmo della mano, la stessa con cui scrive il 11-25.
2° SET Arciprete ci prende gusto: è ancora con un pallonetto infuocato che brucia gli avambracci della formazione sarda (1-3). L’atmosfera si riscalda insieme alla spalla di Rebora che scaraventa una veloce sui piedi di Carofio (1-4). Olbia, invece, continua a non fare scintille. Rebora difende e Arciprete mani out sul 2-7. La reazione delle padrone di casa arriva con Ghezzi che prova ad accendere tutto il sestetto: a tutto braccio trova due punti consecutivi fino al 6-9. Poi Arciprete torna a sfoderare i suoi colpi dall’alto della rete, e dell’esperienza, e riporta le sue a +3 (7-10). Anche Koronen, non in perfette condizioni fisiche a causa di un fastidio alla caviglia, trova un altro punto prezioso 9-12. Qualcosa cambia nella metà campo dell’Hermaea: si riporta a -2 con Stocco in battuta (11-13). Per la prima volta, le galluresi arrivano a -1 (15-16) e, nella metà campo romana, Adelusi accende i toni sul mantenimento delle distanze scaraventando una bordata al centro del campo bianco-celeste (15-17). Anche Angelini in fast accelera la rincorsa delle sarde (16-17). Il ritmo è altissimo e culmina prima nella parità del 17-17, con il “rigore” di Joly, e poi nel sorpasso (18-17) sempre firmato dalla schiacciatrice con la maglia numero 2. Cristofani rinforza la seconda linea romana: entra il libero Bucci su Arciprete che, accanto alla “collega” Spirito, defibrilla degli attacchi apparentemente impossibili, ma i suoi sforzi non bastano. Le padrone di casa si prendono un +2 e con tenacia tentano l’allungo. Diventano +3 (21-18). La controreazione di roma c’è: prima con Adelusi e poi con Papa che segnano il -1 (21-20). Tornano in parità (21-21). Dal 22-22, un’azione lunga e dai ritmi concitati viene risolta dalle cinque dita di Adelusi (22-23). Barazza fa la voce grossa dall’alto della sua esperienza: ne fa due consecutivi fino al primo set ball 24-23. Arciprete annulla tutto e rinvia l’esito finale che tarda ad arrivare: 24-24, 25-25, 26-26. Stocco mura Arciprete e Ghezzi risolve tutto (28-26). Il secondo parziale è di Olbia.
3° SET Roma riparte a testa alta e cancella la prestazione precedente: sono tre i punti consecutivi che infligge alle galluresi (3-0). La reazione è timida con Barazza e compagne che tentano di bissare l’impresa del set precedente: Angelini attacca in fast, ma ad attenderla ci sono le dieci dita a muro di Arciprete (3-9). Sul 4-10, “Arciprete show”: mani-out su Stocco, poi va in battuta e trova l’ace 4-12. Il set torna ad assumere le fattezze del primo con Roma che si stacca. L’azione della disfatta: due muri ostacolano il tentativo di Olbia di tornare in gara, fino al terzo di Rebora con cui segna il 6-15. Come nella prima frazione, Roma torna a +10 (6-16), ma questa volta la veemenza della reazione bianco blu si fa sempre più forte con Ghezzi e Joly. Anche Purashaj dice a sua e, insieme a Diop allestiscono il +10 (13-23) scrivendo la storia anche di questo terzo set. Un’altra diagonale strettissima è dell’opposto romano: 13-24. Jolie e Barazza annullano due palle set. Purashaj sceglie un’altra volta Diop: è subito mani-out 15-25.
4° SET Il primo punto è dell’Hermaea a cui Roma risponde con 5 consecutivi: Papa sale in cattedra (1-6) e, in una manciata di passaggi, le Wolves guidano a (2-8). Olbia riaccorcia (4-10), ma Roma “manda in stampa” il copione del primo e terzo set. Anche Guiducci si fa spazio nel tabellino con un attacco di seconda che spiazza le galluresi (6-14). La reazione delle padrone di casa sembra essersi attenuata e le Wolves ne approfittano: Cristofani rimescola le carte con il cambio della diagonale principale. L’ingresso della coppia Purashaj-diop mette le ali a Roma che vola a +7 (9-16). È Korhonen che forza Olbia a reagire (11-20). Roma allunga sempre di più con Consoli che entra trovando a muro il 13-24. Un errore di Joly consegna la vittoria decisiva a Roma (14-25). le capitoline tornano così a casa con altri tre punti decisivi nella loro scalata alla pool promozione in attesa di riaffrontare la formazione sarda domenica 17 gennaio.
GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 2, Korhonen 10, Joly 15, Ghezzi 10, Angelini 4, Barazza 7, Caforio (L), Nenni , Minarelli , Zonta 1, Martis ne, Poli ne. All. Emiliano Giandomenico.
ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Guiducci 1, Adelusi 13, Papa 19, Arciprete 17, Cogliandro 1, Rebora 11, Spirito 1 (L), Purashaj, Diop 13, Consoli 1, Bucci (L2). Non entrate: Giugovaz . All. Luca Cristofani. 

 

Campo

Geopalace
Via Vignola 18 07026 Olbia (SS)

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie.

Chiudi