Acqua&Sapone – Macerata

Palafonte

Acqua&Sapone

2
sconfitta
3
vittoria
Fontescodella

Macerata

Coppa Italia Marzo 3, 2021 - 7:00 pm
Palafonte

Risultati

Team12345T
Acqua&Sapone25252321122
Macerata21202525153

Riepilogo

Coppa Italia: a Roma, la Balducci Macerata stacca il pass per la semifinale.

Sul taraflex del Pala Fonte, l’Acqua & Sapone Roma Volley Club cede a una CBF Balducci HR Macerata combattente che, sotto di due set, firma una rimonta straordinaria per poi vincere al tie-break (2-3 25-21; 25-20; 23-25; 21-25; 12-15). La formazione guidata da coach Luca Paniconi stacca così il pass per la semifinale di Coppa Italia in attesa di scoprire l’avversaria che sarà la vincente del match Megabox Vallefoglia – Sigel Marsala.

1° SET La coppia Decortes-Rebora mette per prima le mani sul tabellone e segna il 2-1. La regista Peretti cerca la giusta distribuzione del gioco senza però trovare ancora il giusto equilibrio nella squadra maceratese. Mancini va a segno al centro (4-3), subito dopo un errore di Lipska vanifica il tentativo di recupero della sua compagna (5-3). Papa sale in cattedra e trova il pertugio nel muro (6-4) e Decortes le fa eco con una bordata dai nove metri (7-4). Spirito tira su un buonissimo recupero, ma Macerata, in serie positiva, mura brutalmente le romane e trova il punto della parità (7-7). A muro, la coppia Cogliandro-Guiducci torna a dire la sua (8-7). La schiacciatrice Lipska è la spina nel fianco di Roma: è suo l’ace del sorpasso (9-10). Tuttavia un pallonetto di Adelusi ridà fiato alle sue prima di servire dai nove metri (13-13). Macerata mette in scena una buona correlazione muro-difesa e Roma, poco costante nel contrattacco, risponde prontamente con la potenza al servizio di Rebora che ne fa quattro consecutivi fino al 18-14. Il massimo distacco fra le due formazioni è sul +5 (20-15). Entra Giugovaz su Papa a rinforzare la corazzata capitolina. Rita dal centro riaccorcia le distanze (21-17) coadiuvata dal braccio pesante di Maruotti che trova il -3 (22-19). Decortes ripaga con la stessa moneta, anzi con un attacco ancora più potente (23-19). È Rebora con due primi tempi eseguiti alla perfezione che reagala alle sue il primo set (25-21).

2° SET La situazione si ribalta: la partenza vale sei punti consecutivi per Macerata con Lipska al servizio che tira a tutto braccio (6-0). Roma inizia finalmente a giocare: la ricezione perfetta di Bucci, ancora in veste di schicciatrice di seconda linea, mette in condizioni Guiducci di servire un ottimo primo tempo a Rebora che segna il numero uno sul tabellone (1-7). Macerata corre via a suon di ace: con Renieri corre a +8 (2-10). La risposta c’è. Decortes con un’ottima serie di servizi e Papa riportano le capitoline a – 3 (7-10). Lipska si toglie il fiato sul collo delle Wolves (9-12) tirando una bordata clamorosa a cui Adelusi risponde con una diagonale ai limiti dell’immaginabile (10-13). L’ace di Cogliandro e un errore di Macerta riporta la parità (13-13). Il sorpasso è firmato da Rebora che in fast torna sul tabellone a segnare il +1 (14-13), annullato ancora una volta da Lipska che non si lascia intimidire dalla rincorsa giallo-rossa (14-14). Un colpo da beacher di Decortes cade sui tre metri maceratesi e riporta l’equilibrio (17-17). Subito dopo Maruotti tira lungo e la palla si infrange alle spalle di Guiducci (17-18). Bucci la serve perfetta e Cogliandro torna a picchiare (18-18). Il +2 (20-18) è firmato da Decortes dai nove metri e poi Papa stampa Mancini sul 21-18. Entrano, col doppio cambio chiamato da Cristofani, Diop e Purashaj. Un errore di Macerata consegna il set point alle romane (24-19) annullato da Lipska (24-20). Diop, come dimostrato in regular season contro Pinerolo, si prende carico dell’atto finale e vola in alto mettendo a segno il 25-20 e le capitoline tornano a sorridere.

3° SET Al contrario del set precedente, l’avvio è in equilibrio. Spirito vola per defibrillare una palla e Lipska vanifica subito la reazione delle romane. Macerata allunga a +3 (3-6). Cogliandro prova a riaccorciare le distanze (4-6). La parola torna di nuovo a Decortes che dai nove metri non smette di macinare punti (5-6) e poi in prima linea segna il +4 (11-7). Guiducci di seconda intenzione prova a spegnere le avversarie (13-8) che non si spaventano impostando una strategia difensiva che diluisce sensibilmente le azioni e conquistando campo sul tabellone (13-11). Lipska si impone nuovamente dai nove metri e si riporta a -1 (13-12). Anche Renieri torna a essere servita con costanza ed è suo il 14-13. Le abilità in difesa di Bucci vengono messe a dura prova dall’offensiva maceratese che preme l’acceleratore con Martinelli in fast (18-17). Macerata si gioca le sue chance di rientrare in partita e con Lipska passando avanti (18-19). Il muro Rebora-Diop rimette il marcatore in parità (19-19). La partita è tutta aperta: Adelusi affetta la palla da posto due trovando il taraflex maceratese (20-19). Ma Macerata reagisce veemente, fa la voce grossa e arriva per prima ai 25, lasciando Roma a 23.

4° SET È dopo 1 ora e 20 di gioco che i ritmi si fanno tesissimi sin dalle battute iniziali. Bisconti, Spirito e Bucci sono le protagoniste di questo avvio che agli occhi dei pochi presenti sugli spalti sembrano durare un’eternità. In ricezione Roma soffre e Macerata ne approfitta con Mancini in fast (4-5). Adelusi mette in moto tutti i suoi muscoli della spalla convalescente e trova il 7-6. Lipska ha qualcosa da dire e dalla banda firma la parità (7-7). Tantissimi i mani out di Macerata che trovano nelle mani romane un’opportunità di fare punto (10-12). Cristofani prova ancora il doppio cambio con Diop e Purashaj, ma le ospiti non si lasciano intimidire e conducono la frazione con due punti di distanza (14-16). Adelusi riporta le sue in partita e con due bordate le romane tornano a -2 (16-18). Da questo momento, è ‘assolo’ di Macarata con qualche timida reazione di Roma che sul 21-24 sbaglia e assegna il quarto set a Macerata (21-25) portando la partita al tie break.

5° SET Adelusi firma i due punti dell’avvio (2-1). Dall’altra parte della rete è l’ace di Renieri a portare avanti Macerata (2-3). Lipska torna dire la sua da posto quattro (4-5). Bucci show: si lancia e dà la possibilità alle sue di proseguire la corsa (6-5). Rebora la segue a muro, ma Macerata è proprio lì a -2 (9-7). Un muro su Decortes riporta ancora la parità 9-9. Adelusi prende l’ascensore e la mette nei tre metri (11-10). Come visto nel set precedente, le giallo-rosse si bloccano, concedendo a Macerata di correre fino alla fine (11-15) e vincere la sfida che ferma la corsa capitolina in Coppa Italia, aprendo le porte della semifinale alle marchigiane.

Acqua & Sapone Roma Volley Club – CBF Balducci HR Macerata 2-3 (25-21; 25-20; 23-25; 21-25; 12-15)

Acqua & Sapone Roma Volley Club: Anna Adelusi 14, Guiducci Gaia 3, Decortes 20, Papa Valeria 9, Cogliandro Asia 11, Rebora Sofia 12, Diop Bintu 2, Spirito Ilaria (L), Purashaj Roberta, Consoli Claudia 1, Bucci Giulia, Giugovaz Linda. All Cristofani Luca

CBF Balducci HR Macerata: Pomili, Martinelli 6, Giubilato, Renieri 18, Pirro, Lipska 29, Peretti 1, Mancini 7, Maruotti 8, Rita 4, Bisconti (L). Ne Galletti, Sopranzetti (L), Usberti. All. Paniconi Luca

Campo

Palafonte
Via Roberto Ferruzzi, 112, 00143 Roma (RM)

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie.

Chiudi