Acqua&Sapone – Club Italia

3
vittoria
0
sconfitta
Centro Federale Donato Pavesi

Club Italia Crai

Serie A2 Dicembre 8, 2020 - 4:00 pm
Palafonte

Risultati

Team123T
Aeroitalia SMI Roma2525253
Club Italia1721200

Riepilogo

 

Roma risolve la partita in 3 set contro il Club Italia. 

Nel recupero del nono turno di andata, l’Acqua & Sapone Roma Volley Club torna a vincere sul campo casalingo imponendosi per 3-0 (25-17; 25-21; 25-20) sulla formazione del Club Italia Crai di coach Bellano. In occasione della presentazione delle formazioni, entrambe le squadre hanno indossato la stessa maglia, quella con lo slogan #MURIAMOILCYBERBULLISMO a sostegno della campagna di sensibilizzazione contro bullismo e cyberbullismo lanciata, da poche settimane, dalla società capitolina RVC, con il contributo della Regione Lazio.

Cristofani schiera il suo sestetto titolare: Guiducci al palleggio, Adelusi opposto, i centri Cogliandro e Rebora, le attaccanti Arciprete e Papa, Spirito è libero. Dall’altra parte della rete coach Bellano sceglie le bande Gardini e Nervini, Frosini opposta alla regista Monza, Graziani e Nwakalor al centro. Armini è libero.

L’avvio è intenso e a punteggi alternati. Le giovani ospiti defibrillano ogni pallone e, con Graziani al servizio, si riportano subito in parità (3-3). Ma Arciprete annulla (4-3) e con Rebora che sbraccia in battuta, Roma allunga il margine di distanza di altre tre lunghezze (7-3) costringendo il coach federale Bellano a chiamare il primo time out del match. Monza si prende carico di guidare il tentativo di ripresa: prima serve la sua schiacciatrice Nervini che schianta una palla a terra (7-4) e poi con un attacco di seconda intenzione spiazza le romane portandosi a -3 (8-5). Con Nwakalor al servizio le azzurrine accorciano ancora le distanze (9-7), ma Papa le frena giocando d’astuzia: elude il muro piazzato e segna il 10-7. Poco dopo, trova il taraflex sfoderando un pallonetto da manuale: è 12-8 per Roma. La concentrazione della squadra di casa e qualche errore di troppo del Club Italia concede alle Wolves il prezioso distacco di +7 punti (18-11). Fino all’atto finale del primo parziale: il mani out magistrale del 25-16 è di Valeria Papa.

Nel secondo set, il ritmo cambia. Sul 4-4 un fantastico recupero di piede di Papa non frena le azzurrine che vanno per la prima volta in vantaggio di +1 (4-5). Gardini da quattro segna il +2 (5-7). Adelusi, che fino ad ora aveva avuto poche occasioni per dire la sua, ricuce e segna il 7-7. La voglia di vincere e l’incisività in attacco delle azzurrine cresce, ma il capitano giallo-rosso non perde l’occasione per impartire lezioni in attacco, trovando il punto (9-8) e, poco dopo, Rebora con un muro dolomitico riporta le sue sopra di +1 (10-9). Sempre suo è l’attacco punto del 13-11. Roma guida a +4 (18-14). Bellano prova la carta Giuliani, ma con scarsi risultati. Primo set point per le “Wolves” (24-16) annullato da Frosini a muro su Adelusi (24-17). Il Club Italia ne fa altri tre, complice qualche distrazione di troppo delle giallo-rosse (24-20). Le azzurrine sbagliano in battuta consegnando anche il secondo set a Roma, col parziale di 25-21.

Anche la terza frazione di gioco parte in equilibrio (2-2). Guiducci serve Rebora che mena forte trovando il 4-2. A seguire, ancora una volta, Adelusi sfodera una palla vincente (5-3). Roma si distrae un attimo e, complice qualche dubbiosa decisione arbitrale, è costretta a premere nuovamente sull’acceleratore per non farsi riprendere dalle azzurrine. Adelusi a tutto braccio (10-8) e poi Papa danno ossigeno a tutto il sestetto portandolo a +3 dalle avversarie (13-10). L’opposto romano, dopo una serie di pallonetti vincenti, inizia a picchiare forte (15-11). Roma rallenta e le azzurrine ne approfittano: prima Nervini al servizio poi Armini in difesa riportano il Club Italia in partita alla ricerca del sorpasso (15-14). Ma Papa e compagne fuggono, non senza qualche difficoltà vista la reattività delle avversarie. Il centrale Rebora si improvvisa libero con due difese consecutive che finiscono sulle mani della regista romana: chiude Adelusi, di nuovo con un pallonetto ficcante, segnando il 22-16. Le azzurrine non riescono più a recuperare le romane che tengono d’occhio il tabellone fino al punto della vittoria (25-20).

Campo

Palafonte
Via Roberto Ferruzzi, 112, 00143 Roma (RM)

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi